fbpx

#iorestoacasa e provo la ricetta della Trattoria Pallotta

... e grazie a Silvia D'itri per questa bellissima foto della nostra rocciata

Rocciata di Assisi

Non abbiamo la pretesa di insegnare nulla, sappiamo che siete bravissimi in cucina, vogliamo solo mostrarvi la nostra ricetta e condividere il metodo di lavoro per questo prodotto agroalimentare tradizionale che prepariamo durante tutto l’arco del periodo freddo: dall’autunno alla primavera, sia per la presenza sul mercato di noci fresche, che sono l’ingrediente base, sia per le calorie del dolce.

In un momento così delicato il cibo deve tornare ad essere un valore identitario. Dobbiamo riscoprire la concretezza e la consapevolezza di un consumo responsabile e sostenibile che prevede rispetto per la nostra storia, la natura, le materie prime, gli ospiti ed il loro denaro.

Questo dolce squisito che realizziamo quasi tutti i giorni, ha origini molto antiche, probabilmente risalenti al popolo degli Umbri che si ritiene giunto in Italia nel II millennio a.C, come riportato nelle Tavole eugubine (Tabulæ Iguvinæ) bronzee rinvenute nel XV secolo. Anche la rocciata è un dolce devozionale del dio Hondo Cerfio appunto antica divinità umbra.

Dosi per due strudel

Ingredienti per impasto che deve raggiungere la consistenza della pasta delle tagliatelle:

300 grammi di farina
1 uovo
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaio di zucchero
1 e 1/2 cucchiaio di olio di oliva
vino bianco
acqua calda

e per il ripieno:

12 Mele
uvetta
cannella
noci
pinoli
limone
marmellata
zucchero
poco pane grattugiato

PREPARAZIONE

La Sfoglia:

Relizzate una sottile sfoglia di pasta a base di farina di grano, acqua e olio.

Per preparare la sfoglia versate la farina sulla spianatora e formate una fontana. Aggiungete l’olio, il sale e l’acqua un po’ alla volta mentre mescolate con la frusta (quella del pasticcere mi raccomando!)
Dovete fare attenzione a non formare grumi. Dopodiché potrete usare le mano finché non avrete ottenuto una palla liscia.
Ora dobbiamo far riposare l’impasto per almeno un ora in frigorifero.

Nel frattempo possiamo occuparci del ripieno.

Il Ripieno:

In un contenitore unite tutti gli ingredienti: Uvetta, le mele tagliate a cubetti la scorza di limone,lo zucchero, la cannella, le noci spezzettate , i pinoli e la marmellata.
Mescolate per uniformare gli ingredienti

Spianare Farcire e informare

Recuperiamo l’impasto e spianatelo con il matterello, sul piano infarinato, fino ad ottenere una sfoglia sottile e cospargetelo con un poco di pane grattugiato (anche biscotti sbriciolati).

Distribuire il ripieno sulla superficie lasciando un paio di centrimetri dai bordi quindi arrotolare per ottenere una sorta di spirale interna che in fine chiuderemo come fosse un cilindro.

Trasferire il tutto su una teglia con carta forno a 180° per circa 30 minuti. Una volta cotta spennellatela da calda con un po’ di marmellata fusa che inevitabilmente sarà uscita nella teglia e cospargere di zucchero a velo. Ecco pronta la vostra rocciata.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

social_facebook social_twitter
× WhatsApp